Fresco ristoro, acquerello cm 56x76

1° PREMIO - FRANCO PRETTI

Commento della Giuria: "Realizzato con eccellente tecnica esecutiva l’acquerello di Franco Pretti dona a un antico scorcio di Cles vita e poesia. Molto interessante l’aver scelto in primo piano del dipinto l’acqua in uscita dalla canna ed il suo cadere con relativa increspatura nella fontana e in secondo piano il nucleo di vecchie case di Spinazeda realizzate con accurata prospettiva"


Mostra online di acquerello

a cura dell'Associazione Italiana Acquerellisti

Fabriano in acquerello  2020 

cliccando  sul bottone sottostante si può accedere al catalogo virtuale

(la mia opera partecipante si trova a pagina 30)

A causa della diffusione a livello mondiale del Covid-19 il Festival è rinviato a una data non definita in 2021 - Cliccando sul bottone sottostante apparirà la selezione degli artisti partecipanti. Faccio parte della selezione ITALY


Intervista per il notiziario comunale di Croviana

La Fosina  - 2018

a cura di Cecilia Andreis

DOVE E QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER LA PITTURA?

In età giovanile, mi ero cimentato con la pittura ad olio, ottenendo anche soddisfazioni con l’esposizione delle mie opere in alcune mostre. Finita la scuola superiore, gli impegni universitari mi hanno impedito di dedicarmi a questa passione. Dopo parecchi anni, raggiunta la tranquillità professionale e famigliare, ho ripreso in mano i pennelli.



COME MAI HAI ABBRACCIATO L'AFFASCINANTE TECNICA PITTORICA DELL'ACQUARELLO?

Sei anni fa, mi ha incuriosito l’acquerello della cui tecnica mi attiravano l’immediatezza, la velocità esecutiva (senza dover sottostare ai lunghi tempi d’attesa richiesti dalla pittura ad olio) e la trasparenza.Proprio la trasparenza è ciò che differenzia l’acquerello da tutti gli altri mezzi pittorici pesanti. Il pittore a olio può dipingere un colore opaco rispetto a un altro fino a quando ha raggiunto il risultato desiderato. I bianchi sono creati con il bianco opaco. L'approccio dell’acquerellista è l'opposto. In sostanza, invece di costruire sopra lascia fuori. La carta crea i bianchi. I toni più scuri possono essere immessi sulla carta con il pigmento che esce direttamente dal tubo o mescolato con poca acqua.
I colori sono diluiti con acqua; più acqua si usa più la carta influisce sui colori: il vermiglio, un rosso caldo, si trasforma gradualmente in un rosa fresco quanto più è diluito con acqua. La tecnica a secco - uso del pennello contenente pigmento e poca acqua trascinato sulla superficie ruvida della carta - crea vari effetti granulari simili a quelli del disegno a pastello. Tutta la composizione può essere realizzata in questo modo. Mezzo pittorico imprevedibile, l’acquerello è, per chi lo sperimenta, una sfida unica. Con la pratica si impara a sfruttare i risultati inaspettati della tecnica. Nell’acquerello la spontaneità è tutto. L'artista impara a improvvisare attraverso l'esperienza. L'intimità con il mezzo scaturisce dal modo in cui lo stesso incoraggia l'improvvisazione e sembra registrare i fugaci pensieri dell'artista sulla carta. Un’abile pennellata calligrafica lo rende ancor di più affascinante.



MOLTE DELLE TUE OPERE RAPPRESENTANO LUOGHI E PAESAGGI DELLA NATURA. COME LI SCEGLI E COME TI APPROCCI A LORO?

Ho grande ammirazione verso i grandi maestri del passato, i quali nelle loro opere, hanno raffigurato le bellezze paesaggistiche, che ora assumono valore storico oltre che artistico. Nutro lo stesso piacere dipingendo i miei luoghi, non solo per la bellezza dei quali sono attratto, ma anche dalla testimonianza storica intrinseca nella rappresentazione del presente.



QUAL È IL LUOGO PREDILETTO DOVE TI DILETTI A DIPINGERE? ESEGUI OPERE DAL VIVO?

Benché abbia nel mio studio tutto l’occorrente per dipingere, l’acquerello non necessita di tanta attrezzatura; mi bastano un foglio di carta, un supporto rigido, la tavolozza con i principali colori, tre o quattro pennelli e la vaschetta per l’acqua. Così posso muovermi e scegliere il luogo più adatto. Dipingere in plenair in montagna è il massimo del piacere, altrimenti mi accontento di uno scatto fotografico da riportare successivamente sulla carta in studio. Dal vivo, eseguo solamente paesaggi e scorci.



MI PUOI PARLARE DEI TUOI PROGETTI FUTURI IN AMBITO Pittorico?

Nei miei programmi vi è la partecipazione ad alcuni simposi di acquerello. Intendo ritornare ad “Urbino in acquerello” e partecipare ad alcune manifestazioni organizzate dall’A.I.A. (Associazione Italiana Acquerellisti) di cui faccio parte. Negli ultimi anni, l’acquerello, già diffuso largamente a livello internazionale, ha preso piede anche in Italia. Esistono artisti, scuole ed associazioni che esprimono tecniche artistiche variegate e che amano confrontarsi nel contesto internazionale. Quest’anno ho partecipato all’”Abu Rawash Prize 2019” concorso internazionale di acquerello e con grande soddisfazione ho appreso di esser stato segnalato assieme ad altri cinque connazionali.


Sono stato selezionato per la mostra e concorro per la premiazione!


"Le nostre radici"

Partecipo alla mostra

Il mio dipinto "Fresca acqua", in basso a dx

La copertina del catalogo

Pag. 110 del catalogo

Selezionato per la mostra "L'acqua diventa arte

 29 ottobre -  27 novembre 2019

Arzignano - Sede di Acque del Chiampo spa

Sono felice per essere stato premiato nel concorso internazionale ABU RAWASH e sono onorato di essere in compagnia di alcuni maestri acquerellisti Italiani. Complimenti a tutti i partecipanti, ai vincitori e in special modo all'organizzazione.

Descrizione del dipinto:
Le Dolomiti, iscritte nel 2009 nella Lista dei Beni UNESCO, sono divenute Patrimonio dell’umanità: un bene che ci appartiene, quindi.
Il Bene Dolomiti UNESCO appartiene a tutti: a chi sulle Dolomiti ci è nato, a chi le frequenta come meta di vacanza, a chi le conosce dai libri, dalle riviste, dal cinema e dalla televisione, a chi ne ha anche solo sentito parlare o le ha studiate nelle loro caratteristiche geologiche, geomorfologiche, naturalistiche, paesaggistiche, culturali, sportive, sociali ed economiche.
Le Olimpiadi invernali del 2026 verranno disputate sulle Dolomiti.
Con questo acquerello ho raffigurato le montagne che fanno da anfiteatro al luogo in cui abito.
Si tratta delle Dolomiti di Brenta, luogo delle epiche scalate dei pionieri dell’alpinismo.


 

Partecipazione al ABU RAWASH PRIZE - INTERNATIONAL WATERCOLOR CONTEST 2019

"APPRECIATION AWARD "


ABU RAWASH ART PRIZE 2019

Copertina della Fosina n.23/2018, Periodico del comune di Croviana

in alto, il dipinto "Pompieri d'altri tempi".
In basso, la scultura in acciaio raffigurante San Floriano